STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
cornuto e contentol'insegnante . 1° puntataIL GEMELLO DEL MIO RAGAZZO "CHE CAZZO"Daniela- carota e bastoneVerginità analein ufficioil più bel regalo di compleannoSon puttana e…me ne vanto……Donatella
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Come diventammo lei troia ed io cuck
Questa è una storia vera, nulla di inventato, in cui mia moglie a sorpresa mi fa sapere che vuole scopare con altri ed io scopro di essere un cuck.Tutto inizia circa 8 anni fa lei gran bella donna, mora formosa 5^ di seno, gran belle gambe alta 1,71, a cui piace essere guardata e spesso a provocare nei suoi atteggiamenti ma sempre nei giusti canoni. Una donna irreprensibile in pubblico ma vogliosa e instancabile a letto, una vacca da monta.
Tutto nasce per caso, io tornando da un corso di aggiornamento a Roma nella mia Puglia e avendo 15 giorni di arretrato sia io che lei, non vedevamo l'ora di scopare alla grande. Quando iniziamo a toccarci e pomiciare confesso a mia moglie di un sogno che mi era venuto nella notte, ma non volevo dirlo perché temevo di suscitare in lei irritazione visto che mai avevamo toccato certi argomenti; lei insistette quindi raccontai del sogno. Avevo sognato che il mio collega Massimo (un abruzzese alto e palestrato a vederlo trasandato ma molto efficace con le donne, che mia moglie aveva conosciuto in una cena aziendale)scopava con Sonia sul divano di casa nostra, infatti raccontavo che nel sogno, arrivavo a casa di sorpresa e trovavo mia moglie sul divano di casa vestita da troia con dei leggins bianchi, tacchi alti, senza reggiseno, con Massimo accanto tutto nudo con il suo cazzone in tiro tra le mani di Sonia che lo menava mentre baciava in bocca il mio collega. Raccontai che veramente avevo visto Massimo nudo nella doccia dopo una partita a calcetto, durante il meeting e aveva un cazzone veramente grosso e lungo penso 21 cm circa.
Quando raccontai il sogno, mia moglie ebbe una reazione che mai mi sarei aspettato, cioè non fece una piega anzi, compiaciuta e con una carica erotica di eccitazione mi disse "Massimo è bonazzo me lo farei subito ed adesso che mi hai detto che è pure superdotato mi hai fatto venire ancora più voglia di scoparmelo anche se non lo farò.
Io ebbi un sussulto di gelosia ma anche di eccitazione nel sentire mia moglie esprimersi per la prima volta in quel modo pensando a quanto era troia dentro.
Facemmo sesso quel giorno a più non posso e lei venne più volte, era eccitata più che mai, forse immaginando Massimo che la scopava o forse perché da 15 giorni non faceva sesso.Anche io mi sentii eccitato da quell'immagine di mia moglie scopata da un altro era per me una situazione nuova che mai prima avevo pensato.
Nei giorni seguenti a bocce ferme, per provocarla un po' e per capire meglio io, ripresi il discorso, chiedendogli se veramente aveva voglia di farsi scopare da altri uomini. Mi risponde che se le condizioni lo permettevano cioè con persone belle, pulite, affidabili, sicuri, non volgari , riservati e se ben messi in dotazione ancora meglio, poteva farci un pensiero ma con persone non del luogo dove viviamo."La cosa mi intriga molto e mi ecciterebbe tanto" mi disse "ma tu lo devi sapere e dovresti consentirmelo, altrimenti non se ne fa nulla". Al nome di Massimo mi disse" che se non era un tuo collega me lo farei volentieri ma siccome è un tuo collega non lo faccio, devono essere solo persone fuori dal nostro ambito, nessuno deve sapere".
Nei giorni seguenti quando facevamo sesso la provocavo e lei ormai aveva gettato la maschera assecondava e non nascondeva le sue voglie nel voler far sesso con altri uomini anche con due diceva, ma uno dovevo essere io.
Iniziammo una ricerca su appositi siti lei voleva farlo veramente cercando le persone giuste che a lei piacevano, si metteva in cam a vedere chi stava dall'altra parte. Dopo tante ricerche (è molto selettiva) le sue preferenze caddero anche per le nostre esigenze logistiche su due uomini in particolare, il primo Maurizio 36 anni (quanto lei all'epoca), gli piacque subito dal primo momento, un bell'uomo di Bari single, lei diceva con un bel sorriso, anche lui molto selettivo e riservato, con una cazzo da pornodivo (23 cm, sinceramente quando vidi quel cazzo in cam provai invidia io un normale 17)che mia moglie fece sborrare in cam un paio di volte e le fece dire "questo non mi deve scappare".
Il secondo Roberto, sposato, ma senza problemi, abruzzese di Teramo un gran porcone anche nelle sembianze estetiche che eccitò molto Sonia proprio per questo, era un bull esperto, serio, per nulla invadente con un cazzo di 21 cm ben proporzionato soprattutto grosso, anch'egli fatto sborrare in cam.
Con Maurizio andò così:
dopo un incontro conoscitivo nella nostra città in cui Maurizio le fa tanti complimenti (meritati devo dire)in cui dice che è una donna che ispira sesso a prima vista e lei arriva a dirmi "di uno così potrei innamorarmi" si mettono d'accordo per un sabato pomeriggio a casa di lui. Lei mi dice che devo accompagnarla ma devo rimanere fuori casa in giro per la città e quando loro finiscono mi chiama.Avevo gelosia ma anche eccitazione e ormai pensavo che se non consentivo le sue voglie, dopo aver visto tanti bei cazzi in cam, con il passare del tempo mi avrebbe fatto cornuto a mia insaputa. Lei si veste da vera zoccola, pantaloni in pelle attillatissimi che non lasciano niente all'immaginazione, stivali neri tacco 12, reggiseno a balconcino che faceva debordare ancor di più il suo prosperoso seno, maglia aderente, autoreggenti, perizoma truccata da porca. Arriviamo a Bari alle 15 circa, lei eccitatissima fumava di continuo, lui ci viene a prendere dove convenuto e arrivati a casa sua, lui facendogli complimenti "sei fantastica sembri più troia di Jessica Rizzo, non vedo l'ora" mi rassicurò che era in buone mani e si avviarono. Da ora fino alle 18,45, mi tormento per la città, verso le 17,00 mi manda un sms "qui tutto ok, Mauro è un grande, una sigaretta e ripartiamo. A dopo". Alle 18,45 mi chiama e mi dice di salire, quando entro lei è già rivestita e tirata come prima della scopata, aveva lo spacco della fica enormemente tirato, segno dell'eccitazione che ancora la avvolgeva, le chiedo come è andata e lei si limita ad un "bene, valeva la pena" lui invece dice" hai una donna che a letto è il sogno di tutti gli uomini, vale veramente la pena scopare con lei, non gli basta mai, guardagli lo spacco dei pantaloni, spero ci rivedremo ancora" e lei " credo proprio di si con quel ben di Dio che ritrovi in mezzo alle gambe". Ci salutammo loro si baciarono in bocca e andammo via.
A casa la sera me la scopo e lei infoiata come non mai mi racconta tutto nei dettagli, mi dice che lui inizia a baciarla di lingua la palpava tutta e poi gli lecca la fica fino a farla arrivare al massimo di giri e poi dopo averla scopata in bocca l'ha montata in tutte le posizioni facendola godere e venire tante volte, mi dice che lecca divinamente e che ha un cazzo da sballo, grosso nodoso una cappella grossa duro come il marmo che viene dopo parecchio e che lei mai si sarebbe immaginata di essere così troia, al punto da farsi insultare da lui mentre lei da sotto gli leccava le grosse palle e il buco del culo.Mi disse che sarebbe tornata da lui a farsi trombare 23 cm di nerchia dura e poderosa non si può lasciarla così facilmente, mi dice che si è fatta sborrare in bocca in faccia e sulle tettone. Quella sera venne anche con me più volte ma forse pensava ancora al pomeriggio passato con Maurizio a farsi stantuffare.
Con Roberto l'abruzzese, invece fu, quando andammo in vacanza a S.Benedetto del Tronto, lo avvertimmo e lo incontrammo in un bar dove concordammo il tutto ed anche qui lei espresse delle valutazioni che lasciavano presagire un pomeriggio infuocato, in quanto gli sembrava un uomo veramente porco, ben messo fisicamente e con una folta peluria sul petto che a lei eccita tanto, anche se non bello come Maurizio. Accettò l'invito per l'indomani mattina a casa sua e lei dopo la sveglia mattutina, doccia e colazione in albergo, si preparò a dovere con trucco pesante, olio idratante sulla pelle, decolté tacco 12, gonna attillatissima che metteva in risalto il suo bel culo, perizoma, capelli a coda e ci avviamo all'autostrada dove all'uscita ci attendeva Roberto che ci accompagnò al suo appartamento, era una seconda casa al mare che lui diceva di usare per i suoi incontri clandestini con troie e coppie era un bull molto intraprendente.
Sonia in questo caso volle che io entrassi in casa con loro ma dovevo rimanere in un altra stanza mentre lei scopava con Roberto. Lui era molto intraprendente infatti, dopo averci offerto uno spumantino fresco, davanti a me si avvicinò a Sonia poggiando la sua manona sul culo di mia moglie baciandola sul collo e dicendole che già aveva il cazzo duro, lei ebbe un sussulto di piacere toccandogli la patta gonfia ma disse di aspettare che finiva di fumare.
Lui:" sei stupenda ti farò gridare di piacere"
Andarono nella camera da letto e chiusero la porta raccomandandomi di non entrare se non l'avessero chiesto loro e così fu. Mi misi dietro la porta sentivo lui che gli leccava la fica e lei iniziava ad ansimare poi sentivo che la sbatteva presumo a pecora schiaffeggiandola sul culo e insultandola, lei lo incitava a scoparla "muoviti porco non ti fermare" e lui di rimando" sei una delle migliori troie che mi sono scopato" dopo circa 45 minuti di scopate mi chiamano e mi invitano al banchetto ma prima mi fanno solo guardare Sonia stava facendo un pompino succulento con ampie leccate. Dopo iniziamo a scopare mia moglie in due, lei gode da matti dice che è bellissimo avere due cazzi dentro. Roberto è veramente un porcone che non viene mai(è durato quasi il doppio di me pur avendo iniziato prima)e quando sborra lo fa copiosamente sul viso della troia. La tromba in tutte le posizioni gli leccava le tettone e la fica assaporando la sborra di lei. Mia moglie a sua volta lo leccava insaziabile davanti e dietro senza ritegno, tra l'altro aveva due coglioni grossissimi che emergevano nella folta peluria nera.
Roberto da allora non l'ha più incontrato per via della distanza che ci separa anche se si sentono per telefono e a volte si vedono in cam ma entrambi si ripromettono si riscopare ancora, appena saremo da quelle parti, Maurizio invece lo incontra ancora anche se raramente e qualche altro incontro lo ha fatto con altri uomini (non molti però, giustamente è molto selettiva), adesso l'ultima sua voglia è quella di voler scopare con un bell'uomo di colore, dice per assaporare la pelle di colore e provare qualche bel cazzone color ebano per constatare la differenza, infatti mi ripete di voler andare in vacanza in qualche paese esotico tipo Jamaica,Cuba Brasile.
Io non pensavo mai di dover diventare un marito cuck e lei mi dice che non avrebbe mai immaginato di diventare la troia che adesso si sente di essere anche a 43 anni.
Tutto merito di un sogno che per la sfortuna di Massimo non è diventato realtà ma che per fortuna di altri (vedi Maurizio e Roberto) invece si.
Per quanto mi riguarda va bene così,meglio cuck che cornuto, anche perché come dice lei "ormai non si torna più indietro".

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 17): 6.29 Commenti (10)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10