STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Sonia e Gianni-UN SABATO SERA AL SEX CARnel camerino di ZaraeccitamentoLe notte dei lupiil primo anale di ariannaIl mio schiavo d'amore.La mia nuova amica..parte 1la mia prima volta esaltante!
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Mi sono fatta scopare per avere il lavoro
Scritta da: titti89 (2)

Sono una ragazza come tante, ho 26 anni, mi sono laureata in economia e commercio, non riuscivo a trovare un lavoro.

Un giorno andai ha un colloquio di lavoro, ero vestita con una gonna non tanto lunga ne tanto corta e una maglietta scolata completamente trasparente, il direttore, che aveva circa 35 anni, mi chiese sei ero fidanzata o sposata i risposi nessuno delle due, allora si mise dietro di me e cominciò a baciarmi il collo, iniziò a toccare i seni (una quarta di seno, sedere ben formato, mi definisco una bella ragazza), mi disse di alzarmi, mi tolse le calze e le mutande, mi rimise seduta e si slaccio la patta e tirò fuori il cazzo (lungo circa 23 cm e soprattutto era molto grosso) mi disse "succhialo!!!! voglio vedere come lo succhi, se me lo succhi bene avrai il lavoro" io ubbidii, iniziai a scacchiarlo per benino fino a alle palle e a farlo diventare duro.

Dopo mi tirò su e mi mise a pecorella, appoggiata alla scrivania, mi disse "ora voglio scoparti, se mi piaci avrai il posto" io mi opposi perchè non avevo mai avuto dei rapporti sessuali allora dissi "no!!! sono ancora vergine!! non voglio farlo" il direttore si arrabbio e disse "vuoi il lavoro?" io "si lo voglio" lui "allora fatti scopare, se no niente" allora mi feci scopare, con un colpo d'anche mi penetrò con un colpo violentissimo, che cacciai un urlo (per fortuna era quasi l'ora di chiusura e oltre noi due non c'era quasi più nessuno) di dolore, iniziò andare avanti e indietro e incominciò a piacermi, e iniziai a godere allora lui disse "ti piace brutta porca che non sei altro" io risposi "sii mi piaceeeeeeeeeee.......... aaaahhhhhhh........... siiiiiiiiiiiii...... continuiiii cosìììììììì" "godi mia bella troia....cosi" continuò così per circa venti minuti.

Levò il cazzo dalla mia figa, ma era ancora duro come un mattone, mi mise seduto sulla poltrona e mi disse "mettiti sopra di me che ti voglio inculare per benino stando più comodo" io "cosa?" "vuoi il lavoro? allora fatti inculare" non feci obbiezioni. mi inculò per circa 10 minuti, stava per venire. levò il cazzo dall'ano mi girò si alzò mi mise seduta sulla poltrona mi alzò le gambe me le apri e con un colpo solo mi penetrò di nuovo, iniziò ad andare avanti e indietro io urlai di piacere sentendomi mi disse “ti piace brutta porca……..ho vuoi solo il lavoro” “aaaaaahhhhh....perchèèèèèè voglio il lavoro, e mi piace anche aaaaaahhhhhhhhhhhh” “allora goderai altre volte come hai goduto questa se vorrai fare carriera”, dopo circa venti minuti che andava avanti e indietro io venni e dopo un po’ di minuti venne anche lui sborrandomi tutto il suo sperma nella mia figa. Ci ripulimmo e ci rivestimmo, e mi chiese “ti è piaciuto?” “si!” “allora il lavoro è tuo, nessun’altra donna a mai scopato in questa maniera, hai scopato molto bene per essere la prima volta”.

Un giorno verso l'ora di chiusura il direttore mi disse che doveva andare ad un congresso a milano, e che non voleva andare da solo, dato che la sua segretaria era andata da poco in maternità. io mi dissi è una possibilità di sare carriera più facilmente, allora accettai.

Dato che lui non è sposato, prenotò una camera matrimoniale, insomma mi fece passare per la moglie. Arrivammo il albergo, e andammo in camera, posiamo i bagagli e andammo in giro per milano e la sera rimanemmo in albergo.

Io andai in camera prima perchè ero stanca, e poi venne lui, io mi ero addormentata (ero vestita solo con le mutande e il reggiseno) mi sveglio con un bacio, poi mi tolse il reggiseno e le mutande e inizio a scoparmi con una violenza che non gli avevo mai visto adosso, gli dissi di farla finita o almeno di farlo con meno violenza, ma lui mi tappo la bocca con un bacio violento, dopo mi disse che "se voui diventare la mia assistente ti devi far scopare così" allora lo feci continuare. Iniziai a godere "aaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhh....
cosììììììììììì.............continuaaaaaaaaaa.....sto per venire............ aaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhh" io venni e dopo dopo venne anche sborrandomi dentro.

Eravamo stanchi, almeno lo ero io!!! ma lui continua a penetrarmi, ma adesso con più violenza di prima e con più forza, sembrava che mi voleva spacccare in due, mi sborro di nuovo dentro la figa. Poi mi girò e mi mise a pecorella e mi inculò per mezz'ora, poi sempre a pecorella mi mise il cazzo nella figa e iniziò a scoparmi, non c'è la facevo, ero stanca morta, però non so come ma riuscivo ancora a godere "aaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhh........siiiiiiiiiiiiii.............continua..................daiiiiiiiii". lo implorai di continuare anche se ero
stanca, venni poi venne anche lui urlando per il piacere, crollammo per il sonno. Il giorno dopo andammo al congresso.

se volete potete inviarmi le voste opinioni all'indirizzo e-mail tiziana2006d@yahoo.it

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 1505): 6.06 Commenti (67)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10