STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
una padrona straficaGrazie ziaMoglie giovaneIL RIPRATORE TVio e mia moglie: cornuti e guardoni a vicendamia cognataLa prof di inglesemassimo
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Sogni e desideri 1" Parte
Scritta da: Florida (1)

Voglio scrivere quello che ho sempre sperato e desiderato e spero di riuscire a farvi capire, chiaramente,quali sono i miei sogni ed i miei desideri che sono, purtroppo, sempre rimasti tali. Saranno solo dei brevi ed eccitanti, almeno spero, sogni e desideri insoddisfatti. Cose che avrei voluto, vorrei fare, ma che mia moglie non mi ha mai concesso.
"Sono le quattro del pomeriggio, mi sento stanco e decido di lasciare il lavoro e tornare a casa, arrivo e quando entro non sento alcun rumore. Anche la TV che di solito è accesa, oggi è spenta. Chiamo mia moglie, ma non risponde, penso che sia uscita e vado in camera per prendere la biancheria pulita e farmi la doccia, quando però entro trovo mia moglie a letto che dorme. E' girata di schiena, indossa una corta camicia da notte ed è, strano a dirsi, senza mutande. Ha le gambe raccolte in posizione fetale così da permettermi di rimanere incantato ad ammirarle il suo culo meraviglioso (mi piace da impazzire) e la sua carnosa figa. L'idea di farmi la doccia passa in secondo piano, ben altre sono diventate le priorità ed i desideri. Mi avvicino al letto e mi inginocchio, con la mano comincio ad accarezzarle le cosce, lievemente, per non svegliarla. Lei si muove, come infastidita, allora mi fermo per ricominciare subito dopo, appena sfiorandola, voglio giocare con lei, con la sua femminilità, esposta pienamente al mio sguardo e al mio desiderio, voglio approfittare di questa inconsueta opportunità che mi viene concessa. Dopo un po' che la sfioro con le mani, avvicino un dito alla sua figa e comincio a strofinarglielo tra le sue labbra. Il mio cazzo è duro e vorrebbe partecipare al gioco, ma per il momento deve accontentarsi di subire le sensazioni e gli stimoli che gli invia il cervello. Continuo a sfiorarle con il dito la figa e il culo. Mia moglie continua a dormire, ma ora si è sporta ancora di più dal letto, facilitandomi e mostrandomi ancora meglio il suo sesso. Sento che, sfiorandola con il dito, la sua figa si sta bagnando; mi abbasso sedendomi sul pavimento ed ora sostituisco il dito con la lingua. Comincio a leccarla piano dalla figa al culo e viceversa, riesco ad arrivare al suo clitoride, ora si sta proprio bagnando e comincia a muoversi tanto da riuscire così ad assencondare la mia leccata. Non si sveglia, ma si sta eccitando anche lei, continua a dormire, però il respiro, ora, è affannoso, di tanto in tantop emette dei lievi gemiti e si muove assecondandomi sempre di più. Continuo a leccarla e lei si bagna sempre di più, ho la faccia zuppa dei suoi umori, geme, sempre più partecipe, anche se inconsciamente.
Il mio cazzo non sta quasi più nei pantaloni, ma ancora non voglio farlo partecipare, verrà anche il suo momento. Ora la sua figa è completamente aperta, riesco ad infilarle,piano, prima un dito, poi due. Ricomincio a leccarla, sto quasi per scoppiare è più di mezzora che sto godendo la sua meravigliosa femminilità. Il suo bel culo è davanti ai miei occhi, vorrei entrarci dentro, ma oltre al fatto che lei non vuole, non ha mai voluto, so che la sveglierei, ma ancora desidero giocare con lei che dorme. Quelli che io chiamo i preliminari sono, per me, un'attrattiva irrinunciabile e che cerco diprotrarre il più a lungo possibile, mi piace giocare, leccare, accarezzare, sfiorarle tutto il corpo con i popastrelli, tutto senza nessun impedimento, ma ormai sono giunto al limite della resistenza così mi tolgo pantaloni e mutande e, dopo averle sfiorato il buco del culetto con la cappella le entro nella figa, lentamente e comincio, piano, piano a muovermi dentro di lei, prima ,con la sola cappella poi, lentamente, tutto il mio cazzo è dentro. Ora si sta svegliando ed ha un'oprgasmo fortissimo. E' completamente sveglia e ansimando mi chiede di entrare completamente e di sbatterla forte, vuole sentire le mie palle, sento le pareti della figa che ora palpitano circondandomi il cazzo, continuo a muovermi, piano perchè la voglio assaporarte e godere tutta, più che posso. Mentre le mie mani le toccano il culo e le accarezzano le tette, i capezzoli sono rigidi e durissimi. Ma lei non resiste più, nemmeno io, si agita sempre più forte, fino a che non raggiungiamo insieme un meraviglioso orgasmo.
Ora siamo stesi vicini e rilassati, mi guarda e dice:" Sei il solito, io dormivo così bene e tu te ne sei subito approfittato....ma ne è valsa la pena...."
Ah! La doccia l'abbiamo fatta insieme.....

Spero vi piaccia questo racconto, fatemelo sapere e sono pronto a scriverne altri.
FLORIDA

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 24): 6.54 Commenti (0)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10