STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Vicina in reggicalzeMIA COGNATA VEDOVA...More na e la sua storia di una botta e viaa cena dal maturofilm di pessima qualitàUna vacanza al mare con i miei nipoti (parte prima)Una serata da ricordareMaddalena
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

che suocero....................
devo dire che mio marito è un deviato sessuale mi fa fare dele cose che nn pensavo mai di fare ,ma la cosa mi è cominciata a piacere:
mi comprava cazzi di gomma da mettermi in tutti i buchi ,poi si stufò e cominciò a farmi degli scatti con la sua fotocamera , io in tutte le posizioni a pecora e mi diceva_su bambolina mettiti bene a pecora,allarga quelle gambe fammi vedere come la tua passerina si allarga-.
poi mi diceva di mettermi bene a sedere senza gli slip e di infilarmi le dita tutte nella figa, io stavo al gioco xkè mi piaceva fare la sua puttana,mi chiedevo anche cosa ne facesse di quelle foto????
gli chiesi ,se le metteva in rete la cosa mi avrebbe disturbato tanto .
mi rispose di no ,anzi mi disse che nei momenti che io nn c'ero se le rigurdava sul pc e si segava,io a tale risposta mi eccitava così tanto che la figa diveniva subito fradicia.
sono una professoressa di matematica ad un liceo di firenze ho 35 anni portati piuttosto bene : sono alta 1.70 ,okki verdi capelli castani e molto atletica faccio nuoto ,oramai, da 25 anni circa,ma a voi nn freghera niente ,volete sapere come sono sotto????
ho la 4° di seno(regalatami da mio marito ,avevo una 2° scarsa)
un bel culo ritto, e una figa tutta rasata ,anche x lo sport che pratico.
i miei alunni , ho per meglio dire qualche mio alunno vorrebbbe scoparmi lo sò xkè me lo hanno detto e xkè è scritto su tutti i bagni degli uomini,se sapessero che tipo di vogliosa sono!!!!
mio marito lavora per consiag praticamente lavora con il gas metano.
ultimamente mi sono rotta una gamba ,questo nel mese di maggio,il prob è che il mio lui doveva andare nell'europa el nord a montare 30 km di tubi per il metano ,insomma nn entriamo nello specifico,che nn è che ci capisco tanto,insomma doveva stare via ben 4 mesi fino a settembre mi sembrava un abisso ma la paga era buona,e volevama tanto una casian sul mare.
a casa mia vennero mio suocero (gran pezzo d'uomo) con sua moglie(gran pezzo di donna) una coppia perfetta.
lui 55enne (infermiere professionale)in pensione ,
lei commessa in un supermarket.
un giorno il gesso che avevo fino a 10 cm sotto i fianchi mi stringeva troppo ,si offrì lui di sistemarlo con un po di cotone ,in modo tale che nn mi facesse male,
-ciao alice(il mio nome),sei pronta -
-prontissima-
tira su le lenzuola del letto e mi trova a gambe larghe una piegata l'altra con il gesso distesa in mezzo una figa aperta dalla voglia di qualcosa di duro,ero senza mutandine ,come potevo stare con le medesime.
lui nn mi leva gli occhi di lì me la mangiava(.........magari) con gli occhi
-franco c'è qualche problema-
-no...no... non pensavo sai...una bella donna come te ... senza.. mutandine....sai ....non me lo aspettavo.-
-ti piace ..la mia patatina,tuo figlio ce ne ha fatte delle crude-
divenne rosso
-èhh....me lo immagino se ha preso dal padre!!-
-ai tempi miei era diverso-
-ora ci sono troppe distrazioni-
nn aveva ancora tolto gli occhi di lì
-lo vedo come sei distratto,ma la distrazione e meno dell'eccitazione-
aveva la tuta all'altezza della pube gonfia,gonfissima,chissà che uccello che aveva,l'importanta è che nn avesse preso dal figlio ke era piccolo per le mie esperienze,ma nn sembrava affatto
-sai nn è ke vedo "patatine"così tutti i gg.e poi è diverso tempo...che con mia moglie....insomma hai capito-
-questa medicazione,all'ora me la fai o no-
ogni tanto vedevo la mano six che scompariva ,andava a stringersi quek cazzo,che immaginavo duro e voglioso,a dir la verità al pensiero di dover stare senza cazzo x 4 mesi anch'io ero eccitata.
finì mi ricoprì e scomparve dalla stanza .mi alzai piano ,piano con la stampella senza far casino, sicuramente era in bagno a segarsi
passettini passettini arrivai a metà corridoio, la porta del bagno era socchiusa.
-odio- pensai -guarda,guarda il paparino che pacco d'uccello che ha-
si stava segando con due mani,con movimenti rotatori,e sussultori sull'asta, la mia mano nn sò come fini in mezzo alle gambe.
il suo osgarmo fù così violento che nn finiva più di schizzare ero tutta bagnata e fradicia di umori vaginali,me ne tornai a letto.
la notte pensai a quel cazzone, e a cosa avrei fatto se mi fosse capitato per le mani era veramente grosso mai visto un aggeggio così.
la mattina presto come tutti i gg mia suocera si alzò presto per andare al lavoro ,sentivo il buon odore del caffè appena fatto,poi aprire e subito chiudere la porta se ne era andata lui venne da me a sentire se era tutto a posto, ma credo che venisse per altre cose........
-cecilia dormi -
sussurrò ,nn ebbe risposta ,lo senti avvicinarsi,volevo veder dove fosse arrivato,doemivo ,facevo finta.
-cecilia....dormi???-
allargai le gambe ,lui piano piano mi scopri,
vedeva a mala pena ,credo, con la luce riflessa dal corridoio, mi annusò la figa , si alzò e mi accarezzo le labbra della stessa più volte andando in sù e giù io mi mossi leggermente ,lui ritrasse la mano
-cecilia dormi????-
nn ci fù risposta ,mi mossi e mi misi di fianco,ora la figa era semicoperta dal mio buco del culo sentii come umido aprii gli occhi nn poteva vedermi gli davo le spalle,era la sua lingua che stava violentando il mio corpo,feci si di alllargare bene quelle mele in modo che potesse gustarmi meglio ,stavo godendo mi tittillava il clitoride che nel mentre si era fatto grosso e duro,leccava da dio.
ad un certo punto sentii che si bloccò e lo sentivo ansimare il maiale si stava sparando una sega,-speriamo che mi sbrodi addosso- pensavo-tutta la sua broda calda ,......mmmmhhhhh-
la mia figa voleva carne ,sì ma carne dura,ma era mio suocero.
lo csenti venire sul tappeto ,poi passettini e chiuse la porta dietro se, le mani sembravano impazzite una due tre dita in fregna raggiunsi l'orgasmo il mio corpo si distorceva si inarcava avevo voglia di cazzo.
oramai avevo preso una decione la amttina gli avrei chiesto di vedere il suo membro quello che fosse avvenuto dopo...chi se ne frega.
-franco, franco ho bisogno-
-eccomi cecilia-
-mi porti in bagno devo far pipì-
-si dai arreggiti a me -
-aspetta franco come faccio con stò gesso nn posso mettermi a sedere mi tengo a te con un braccio-
-mahh...-
-mahh cosa già mi hai visto come sono l'altro giorno-
mi bbassai lo guardai e gli dissi
-tu allargami un labbro della topina con una mano io mi allargo l'altro altrimenti me la faccio addosso-
nn guardava direttamente ma attraverso lo specchio,vidi subito un cambiamento nel suo corpo,gli era diventato duro di nuovo.
mi allargò la fica stavo pisciando.
poi gli chiesi
-certo però ,non è giusto-
-nn è giusto che-
-nn è giusto che te mi hai già visto la topina due volte.... e io neanche una volta il tuo pisellino-
-visto che devo fare pipì anch'io- mi rispose -aspetta aiutami se io ti tengo all'ora tu mi devi tenere il mio pisellino dritto e mirato verso il wc-
glielo tirai fuori
-ma com'è grande....dai fai pipì- sentivo gli schizzi del piscio sul wc
-dai ora sgrondamelo-
-e come si fa ...paparino-
-lo devi tentennare-
lo tentennai ma poi cominciai a segarlo
-mmmmhhh...brava porcellina,dai....così....ancora...lo sò che stamani quando sono venuto da te ,tu nn dormivi,sei veramente una gran troietta-
si girò di scatto nn so come mi trovai in tertra con il suo cazzone proprio dritto verso la mia bocca,mi prese per il naso e mi conficcò il cazzo in bocca
-dai....ingoialo tutto...fammi veder come sei troia...mmmhhhh...brava...ohhhh....siii...dai-
mi tirò su e lo mise dentro
-dai fammelo sentire....ahhh..si....bravo...scopami fammi male...spingilo tutto dai.....
-ora cambiamo giochino,lo mettiamo in quel buchino stretto stretto-
mi girò si sputò sulla cappella ,poi prese un po del mio seme e lo girò sul buchetto
-nn penserai che tuo figlio nn mi abbia mai inculata vero???-
-si ma mio figlio nn ha un cazo così-
lo affondò tutto dentro-ahh mi fai male-
-te lo avevo detto,godi e stai zitta troia-
-ahhh....mi fai male... ahhh... siii.... dai voglio sentire anche le palle-
mi scopò come un toro scopa la sua vacca,da quel giorno per 3 mesi abbiamo scopato e tutt'oggi ogni tanto mi faccio il mio toro

-

-

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 230): 7.27 Commenti (15)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10