STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
sono una troia,e mi piace esserloDiario di una schiavamia figlia ?stefania...la vaccona....il mio culo.....La mia ragazza si tromba il muratoreUN FINE SETTIMANA SPECIALEIl mio addio al nubilato
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

quella voglia di Anna
Vi voglio raccontare la mia storia con Anna, lei e' la collega di lavoro di mia moglie, non ha molta esperienza in fatto di operazioni bancarie e molto spesso mi chiedeva consigli per certe operazioni che voleva fare. LA prima volta stemmo a parlare a lungo su operazioni di prestiti e cessioni del quinto, un'altra volta parlammo di come potersi muovere fra procacciatori di contratti finanziari.
Mai nella mia testa era passata una benche' minima idea di debordare oltre misura.
Pero' accadde che venne il giorno che scopri; (grazie al mio aiuto) che la sua banca la stava buggerando, a vedere il suo contratto di conto corrente le doveva essere stata attribuita una carta di credito con tanto limiti giornalieri e mensili, ma all'atto pratico la carta non funzionava. Cosi' mi offrii di accompagnarla al bancomat della sua banca per aiutarla a capire, ma una volta la' scoprimmo che la sua non era una carta di credito, ma una normale carta bancomat. Inviperita lei si innervosi' con la sua funzionaria bancaria, poi alla fine mi disse <scusami, mi dispiace non so che dire> io che ad un certo momento mi ero scoperto ad osservarla un po' in maniera diversa (le avevo scrutato la sua pelle bianca e fresca, le sue unghia delle dita) improvvisamente mi ritrovai a risponderle <non dire niente, magari se potessi fare qualcosa> Lei quasi incredula mi chiese cosa intendevo dire, che cosa poteva fare per ringraziare della mia collaborazione....
Le dissi solo < ha notato le tue mani, sono fatte bene>
Lei rispose < ti piacciono? a mio marito no>
<Impossibile, ma come fa? (le chiesi quasi incredulo) magari potessi averle per me due mani cosi> Anna mi diede le sue mani nelle mie e mi disse <eccole, prendile> Io non esitati gliele presi con le mie mani e lentamente le avvicinai davanti al mio uccello che gia' andava su di giri..lei non ebbe esitazioni, mi sgancio' il primo bottone della cintura e i miei pantaloni quasi mi abbandonarono, dopo le prime mura abbattute, si fece piu' intrapendente e sfioro' le mie mutande, con le sue due mani me ne allargo' l'elastico e in breve prese il mio falcone in mano! Cosi' con entrambe le mani comincio' a masturbarmi...dandomi un piacere infinito, anche per me dopo tanto tempo che mia moglie non me lo faceva quello che provavo era troppo bello......
Quando dopo pochi minuti si accorse che potevo essere sul punto di....non ebbe esitazione e si inchino' a prendeselo in bocca perche' nessuna goccia del mio sperms si fiondasse sui nostri vestiti o per terra nel suo ufficio......
La guardai, era come se non fosse accaduto niente, la ringraziai e le dissi che quando avrebe ancora avuto bisogno di aiuto in banca sarei stato sempre disponibile. Lei mi rispose <si, perche' non e' finita qui.....>

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 0): 0 Commenti (0)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10